In macchina con mio fratello, salgo sul sedile dietro con Paoling.

So che lei è felice quando viaggiamo insieme dietro, perchè possiamo cantare guardandoci negli occhi, ridere, e farci le coccole.

Nell’ultimo pezzo di strada la musica è dolce, Jovanotti in uno dei suoi ultimi singoli. L’abbraccio, attraverso la sua cintura di sicurezza, e la tengo stretta, con la testa vicino alla sua schiena.

Ad un certo punto, insieme, solleviamo la testa e ci guardiamo. Tutte e due abbiamo le lacrime agli occhi. Tutte e due siamo state prese dalla stessa dolcezza.

“Non so davvero come ho fatto quando non c’eri ancora a vivere senza di te”. Le dico piano in un orecchio.

Le cade una lacrima, e va a finire nel suo sorriso aperto, sopra uno dei suoi minuscoli dentini candidi. “Neanche io”. Mi sussurra, e poi mi stringe.

Annunci