Si vede da come cammina, è di nuovo il nanetto sgraziato di qualche mese fa che sbatte nelle cose e non fa attenzione a dove va.

Si vede dagli occhi, di nuovo voltati all’ingiù, nella testa che si scuote senza sosta, nei movimenti a scatto che non lasciano pace.

Si vede dai musi, dai finti “ti voglio bene” detti a chiunque, dalle strategie che le girano in testa, dall’incapacità di abbracciarti davvero come faceva prima.

E’ come se fossimo tornati indietro. E non è per niente facile.

Si vede

Annunci