Andarla a prendere a scuola è un momento magico.

La vedo uscire correndo e saltellando, felice mi rimbalza in braccio con tutto lo zaino e mi da tanti baci. La maestra mi ha detto che raramente vede qualcuno più felice di vedere chi lo sta aspettando all’uscita.

Oggi abbiamo fatto una passeggiata al ritorno da scuola, per poi mettere il caschetto e andare in bicicletta a trovare Bombolo. Lei rideva, raccontava, spiegava, sembrava leggera e libera, e… e bambina.

Stasera c’era la luna piena, e le ho detto che a me la luna fa sempre pensare ad esprimere un desiderio.

Lei mi ha raccontato in un orecchio: io ho desiderato di avere un fidanzato bello come tuo marito e di volare nel cielo con lui. L’ho guardata, aveva il viso innocente e luminoso, con una piccola vena di imbarazzo che mi faceva pensare ad una pioggia di cipria bianca che un po’ le pungeva il naso. E’ meraviglioso vederla così piccola e così bambina.

Annunci