“Per fare tutto… ci vuole tempo”, io e Paoling canticchiamo così.
La fanciulla è davvero fantastica, una miniera di energie e di idee, di sorrisi, domande, parole, musica e invenzioni. E’ una bambina meravigliosa.

E’ fantastica, ma è ancora estranea, è poco che viviamo insieme, ed ancora ci stiamo assaggiando.

Domani avremo una prova importante: il luogo neutro con la mamma. Il primo incontro dall’inizio dell’affido, e da questo lato tutto sembra andare bene. La mamma la nomina, non spesso, ma quando lo fa ne parliamo tranquillamente, ho provato a suggerirle domani di mettersi i vestiti che lei le ha dato all’ultimo colloquio, lei ha detto di si, andrà domani armata di buone intenzioni ed entusiasmo.

Poi ci sarà la mamma, che speriamo abbia voglia di giocare con lei e di coccolarla, di ricambiare questo entusiasmo che le viene anche dalla nuova vita, senza respingerla.

Noi siamo qui, e saremo qui ad aspettarla dopo l’incontro, sperando di vederla tornare sorridente, ma preparandoci ad asciugare lacrime e frenare rabbie.

Siamo qui.

PS: Ancora ci penso a S.eM., questo voi che leggete lo potete immaginare.

Annunci