Per tanti anni ho fatto un lavoro “da uomo”. Da quando avevo 21 anni sono stata, e sono ancora, Amministratore Unico di una società di servizi con un sacco di dipendenti e diverse sedi in Italia. Ho messo al servizio dell’azienda il talento, la voglia di fare, l’energia. Ho sacrificato un bel po’ di salute, ed anche un importante rapporto personale.

L’azienda mi ha ridato tanto: la soddisfazione di mettersi alla prova e farcela, per la prima volta non a scuola, la palestra dura dell’avere a che fare con gli altri in mille modi e da mille posizioni e punti di vista, e di forza, la tranquillità economica che normalmente un 20-30 enne non ha. L’azienda mi ha anche fatto conoscere il mio Principe, sotto le spoglie di un biondo ragazzino assunto nell’estate di 5 anni fa.

Sono passati un po’ di anni, e sono cambiate tante cose, ed ho attraversato tanti periodi diversi, dall’entusiasmo dell’azienda come laboratorio sociale, alla dissillusione del “ma tanto non ne vale la pena”, dall’orgoglio del “siamo onesti e paghiamo tutte le tasse” al vaffanculo del “porca miseria siamo solo noi che paghiamo tutte le tasse (e continuiamo a pagarle!)”.

Ci sono state tante delusioni, ma onestamente devo dire che sono sempre venute dagli altri. Per questi anni posso dirmi “brava”.

Ma… è ora di voltare pagina.

Lo chiede la mia mente, affollata di pensieri.

Lo chiede il mio corpo, nascosto dal peso accumulato di fuori mentre lo si accumulava anche dentro.

Ho bisogno di fare la donna, la mamma, la ragazza, la persona, per un po’. Di prendere fiato e guardarmi intorno. Di perdere tempo e godermi le cose, perfino la noia.

E’ strano, ma forse no, che proprio ora che sta arrivando Paoling sia arrivata anche una proposta importante che potrà farmi scendere da questa corriera (della donna in carriera) senza mandare a schiantarsi contro un muro gli altri che sono in corsa con me.

Sta cambiando tutto. E non vedo l’ora.

Ed è difficile attendere, difficile fare le valigie con calma in questo viaggio per l’ignoto, difficile capire cosa portare con me, chiudere le cerniere ed attendere pazientemente che arrivi l’ora del vero inizio.

Annunci