Paoling ha 4 anni.

Non so se compiuti o da compiere.

Sappiamo il suo vero nome, è l’unica cosa che sappiamo di lei, ma fino a che non la conosceremo per noi resterà Paoling. E’ come uno di quei nomi che si danno ai bimbi quando ancora sono nella pancia (L’Essere, Gipì, Mollichina), ed infatti per noi l’attesa ora assomiglia a quella di una nascita. Siamo curiosi di vederla, del colore dei suoi occhi, dei capelli, del carattere.

Paoling è un nomignolo un po’ assurdo, venuto fuori non so da dove. Non so nemmeno se lei è una Paoling, o se vedendola ci renderemo conto che questo suono proprio non quadra con lei.

Da quando sappiamo che è lei che arriverà abbiamo deciso come finire i dettagli della cameretta. Il letto a castello diventerà un letto sotto ed un divanetto con gli orsi di peluche sopra, le lampade verranno montate in modo da consentire la lettura comoda e la lucina di compagnia sarà messa nella parete davanti al letto.

Abbiamo pensato a cosa fare con lei, a dei giochi che ci facciano stare insieme e conoscere attraverso la fantasia, ed abbiamo deciso di comprarle un regalo. Una casa delle bambole, di legno, con tutti gli arredi e due (beh, per forza!) famigliole di personaggi per abitarla.

Ti aspettiamo, Paoling! 🙂

Annunci