Questa mattina mi sono svegliata con la voglia di essere positiva. E’ un tentativo, ma proviamo a guardare le cose in un modo diverso.

Abbiamo iniziato il percorso di avvicinamento affido in un modo superficiale e non soddisfacente, ma grazie a questo ci siamo guardati intorno e siamo approdati a Xxxxxx, dove gli incontri sono stati numerosi ed approfonditi, e dove siamo stati davvero presi per mano e guidati, dove il passato è stato riaperto per incontrare il futuro, e siamo diventati più consapevoli e forti.

Siamo entrati in punta di piedi nella comunità dei bimbi, e abbiamo trovato una miniera di affetto e di stimoli, di sfide e di umanità. Abbiamo visto da vicino il lavoro difficile degli educatori e apprezzato persone che lo fanno benissimo, abbiamo dato un volto a storie simili a quelle lette nei libri, e capito che le difficoltà sono ovunque ma si può costruire.

Abbiamo passato un Natale scintillante di giochi, di pensieri positivi e di voglia di donare, in tutti i modi questo si possa realizzare.

Ci siamo innamorati, follemente, di due piccole che ci hanno ricambiati e sommersi di gratificazioni e speranze per una loro vita migliore. Abbiamo negli occhi, nelle orecchie, nel cuore, nelle immagini che loro hanno scattato con la nostra macchina fotografica, una serie infinita di piccoli tesori che nessuno ci porterà mai via.

Abbiamo sperimentato la nostra forza quando le cose non sono andate come tutti speravano. Abbiamo visto che siamo in grado di accettare quello che non ci piace, ed abbiamo avuto la prova che tra il dire e il fare c’è di mezzo ben poco quando le cose sono importanti.

Abbiamo visto che l’unica cosa che davvero è insormontabile è la preoccupazione per la loro vita, per la loro felciità, e abbiamo sentito il peso delle lacrime silenziose, e capito che è davvero troppo pesante per tutti.

Siamo diventati più grandi, abbiamo pensato ma anche sentito, profondamente, e imparato a vivere a contatto con le emozioni. Questa è una cosa impagabile, se ripenso ai momenti di ansia degli anni passati era proprio questo che mancava.

Tutto questo quando ancora siamo alle soglie di questa esperienza, quando ancora l’affido non è iniziato.

Questa promette di essere davvero l’avventura della vita.

Annunci