You can’t hurry love, you just have to wait… love don’t come easy, it’s a game of give and take….

Ieri siamo stati all’ultimo incontro con l’assistente sociale. Abbiamo parlato di noi, dei nostri progetti e dell’idea di affido. Abbiamo anche parlato dell’esperienza in comunità dai bambini, e del fatto che vogliamo provare a conciliarla con l’affido futuro e per questo abbiamo scelto la domenica come impegno in modo da poterlo portare avanti anche dopo.

Il percorso finirà tra non molto, dopo i colloqui con la psicologa. Ieri però si è parlato di concentrarci sulla comunità fino a giugno, in modo da permettere di stabilizzare il rapporto e di continuarlo. Fino a qualche tempo fa avrei pensato che così si allontanava l’inizio dell’affido. Ora invece credo sia giusto dedicare questo tempo a questi bimbi, che ne hanno bisogno tanto quanto chi attende un affido.

E così, davvero, quello che è al centro di tutto è il bisogno dei bambini, non il nostro. E’ un pensiero che mi rende felice e mi riempie il cuore in un modo che non mi riesce di spiegare.

E così, tra le tante cose che mi hanno insegnato in questo poco tempo, dai bimbi ho imparato anche la pazienza.

Annunci